Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione e cultura Parmense su www.NelParmense.it

SABATO 10 MARZO 2007 ore 21,00

ERRE TRE

Opera per Burattini e Burattinaio

Liberamente ispirato al "Riccardo III" di W.Shakespeare

Ideazione, Testo e Regia: UMBERTO FABI

PRODUZIONE: Umbertiner Pha Bi

Durata: 60 minuti

Questo è il tentativo di studiare il consunto testo scespiriano adottando il linguaggio teatrale dell’animazione di burattini. È il risparmio sulle paghe degli attori. Io i miei burattini non li pago, in compenso li lascio giocare con il mio figliolo e loro tanto si divertono ad essere sputazzati e lanciati per l’orbita delle domestiche stanze a cozzare contro un robusto muro e mobilio. E poi il personaggio di Riccardo non chiede altro che d’essere usato come burattino: la figura stessa di Riccardo proviene dal personaggio del "Vizio" delle rappresentazioni morali pre- e co- scespiriane dove detto personaggio allegorico era impersonato dal buffone della compagnia. Il Riccardo non è umano, ma le sue pulsioni al potere sono dell’uomo. La struttura psicologica stessa del personaggio è poco umana, ma piuttosto sembra appartenere alla struttura drammaturgica stessa del teatro elisabettiano che mi suggerisce di costruire una tragedia per burattini.

È imperioso urlare che il repertorio del burattinaio è quello epico-tragico. Le fiabette analgesiche, adatte a lasciare nell’attonita stupidità un mondo malato di fobia della pulsione, non hanno nulla a che fare con lui. Il burattinaio non è un idiota; forse uno stronzo, ma un idiota mai. Chi si fa chiamare burattinaio e poi sulla scena ci mostra edulcorate storielle idiote deve essere immediatamente degradato al grado di pupazzetto.

E, comunque, lasciatemelo dire : il burattino è tragico.

Umberto Fabi

Teatro del Cerchio – Via Pini n.16/A (quartiere Crocetta) PARMA.
Info e Prenotazioni: Tel. 338.3117606


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
https://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2019
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy