Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione e cultura Parmense su www.NelParmense.it

Basta Virus e Spam, servizio No Virus e No Spam offerto da www.NelParmense.com

La magia del Teatro: 
Lele Luzzati a Parma

Omaggio a Lele Luzzati dal 2 al 31 dicembre 2007 alla Galleria San Ludovico di Parma

L’Assessorato alle Politiche Culturali e alla Creatività Giovanile del Comune di Parma, in collaborazione con il Castello dei Burattini/Museo Giordano Ferrari, Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti e Fondazione Monte di Parma allestisce dal 2 al 31 dicembre 2007 la mostra dedicata a Lele Luzzati  “Un mondo di figure d’ombra”, alla Galleria San Ludovico (Bo.rgo del Parmigianino 2/b- Parma).

L’esposizione sarà inaugurata da Paolo Poli, grande artista e profondo conoscitore del mondo di Luzzati, domenica 2 dicembre 2007 alle 11.30

« Che gioia per gli occhi i disegni di Lele Luzzati! Io che faccio il teatrante ho la gioia supplementare di vederli ingigantiti sui manifesti teatrali e questo avviene da un vita » - così scrive il famoso attore e regista nel catalogo della mostra - 

«Ma vedere poi questi quei pupazzi muoversi e parlare è frutto di un’ulteriore magia e lo dobbiamo da qualche anno a questa parte agli amici del Teatro Gioco Vita detti anche con il gotico nome il Teatro delle ombre. Più che ombre direi luce!»

Il grande schermo in cui si muovono le figure animate di Luzzati, ombre create per alcune storiche produzioni del Teatro Gioco Vita di Piacenza, è quello del meraviglioso e del fiabesco, con richiami alla grande letteratura: da “Il Barone di Munchausen” sino al “L’Odissea”.

L’ esposizione “Un mondo di figure d’ombra” è un omaggio ad un grande maestro che nella sua lunga carriera si è dedicato a pittura, illustrazione, scenografia, decorazione e cinema d’animazione, collaborando con illustri registi, architetti, scrittori e artisti di fama internazionale.

Lele Luzzati (1921-2007)

«[....] Quando mi sarò deciso d'andarci, in paradiso ci andrò con l'ascensore di Castelletto, nelle ore notturne, rubando un poco di tempo al mio riposo. [...] »

(Giorgio Caproni - "Passaggio di Enea" – L'ascensore).

A questi versi Lele Luzzati associava il pensiero di Genova, della casa di Castelletto in cui abitava da quando era nato, nel 1921, la stessa casa in cui si è spento il 27 gennaio 2007, per ironia della sorte proprio il Giorno della Memoria, quando avrebbe dovuto raccontare ai ragazzi delle scuole "come si diventa un ebreo artista" e avrebbe dovuto ricevere il "Grifo d'oro".

Diplomato a Losanna, dove si era rifugiato per sfuggire alle persecuzioni razziali, all'Ecole des Beaux Arts, Luzzati esordisce disegnando scene per il teatro.

Tornato in Italia alla fine della seconda guerra mondiale, si dedica all'attività di illustratore, decoratore e ceramista, oltre a quella di scenografo e costumista per i più importanti teatri, tra cui La Scalla.

Negli anni '60, insieme a Giulio Giannini, realizza i titoli di testa de "L'armata Brancaleone" e "Brancaleone alle Crociate" di Mario Monicelli e si dedica al cinema di animazione con il cartone "I paladini di Francia", cui seguirono, tra gli altri, "La Gazza ladra" (1964) e "Pulcinella" (1973), che gli valsero due nomination all'Oscar.

 Nel 1975 fonda, insieme a Tonino Conte, il "Teatro della Tosse" di Genova, un "teatro volutamente instabile", di sperimentazione e divertimento, in cui classici della letteratura come il Decamerone di Boccaccio si animano dei costumi e delle scene disegnati dal Maestro.

Illustratore di raro talento, ha realizzato centinaia di libri, da "Pulcinella", “Re Artù”, "Papageno e Papagena" a "Il Milione".

                                                                            

Per informazioni: 

Servizio Eventi e Mostre - Comune di Parma  tel. 0521218669 

MOSTRA: Un mondo di figure d’ombra

Galleria San Ludovico Borgo del Parmigianino 2/b, Parma
2 - 31 dicembre 2007

Inaugurazione domenica 2 dicembre, ore 11.30

Orari: 9-18. 24 dicembre: 9-13, 25 dicembre chiuso

Ingresso libero con entrata gratuita anche al Castello dei Burattini 
(per tutta la
durata della mostra)


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
https://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2019
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy