Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione e cultura Parmense su www.NelParmense.it

Incontri informativi a Casa Azzurra

Trauma cranico:
un percorso di buone prassi

Le associazioni di volontariato del progetto "Una città per tutti", sostenuto da Forum Solidarietà, e l'Associazione Traumi Casa Azzurra organizzano un ciclo di incontri informativi dal titolo "Trauma cranico: un percorso di buone prassi". L'iniziativa comprende tre incontri nel mese di maggio dalle 17.30 alle 20.30 alla Casa Azzurra di Corcagnano, in piazza Municipio 1.

Attraverso competenze ed esperienze di specialisti sarà possibile comprendere le caratteristiche fisiche del trauma cranico, i problemi della dismissione ospedaliera e le difficoltà di adattamento alla vita domestica in condizioni di ridotta funzionalità . Per i temi trattati la partecipazione è consigliata a familiari di traumatizzati e a educatori, volontari, operatori e professionisti.

"Divulgare caratteristiche e conseguenze del trauma cranico - spiega Giuliana Contini, presidente di Associazione Traumi Casa Azzurra - è importante per sensibilizzare le famiglie, chiamate ad attuare un'azione di prevenzione nei confronti dei giovani neopatentati, principali vittime di incidenti stradali. Di trauma cranico si parla poco ma occorre ricordare che il danno cerebrale subito, seppur minimo, è per sempre e comporta danni spesso irreparabili". Per avvicinarsi a familiari e cittadini il ciclo di incontri, prima iniziativa del genere svolta a Parma, ha un carattere pratico, per nulla accademico, nonostante l'elevata competenza dei relatori.

Il primo incontro "Che cosa è il trauma cranico: danni cerebrali e deficit fisici/psichici", a cura della neurologa Anna Mazzucchi, è in programma martedì 8 maggio. "Che cosa avviene dopo la dimissione: il rientro a casa" è il titolo del secondo appuntamento di giovedì 10 maggio, curato dall'assistente sociale Annalisa Rolli, dalla fisioterapista Chiara Zavattiero e dalla logopedista Arianna Lorenzelli. Chiude il ciclo la psicologa Mariassunta Calabrese con "Attivazione, capacità di adattamento famigliare/traumatizzato", martedì 15 maggio.

Sede del ciclo è Casa Azzurra, centro diurno gestito dall'omonima associazione in collaborazione con Comune e Azienda USL di Parma. La struttura ospita fino a 10 utenti di età compresa tra i 18 e i 55 anni in fase post riabilitativa e di reinserimento sociale. Si avvale della consulenza di medici, psicologi, operatori, educatori e altre figure professionali che predispongono e attuano programmi personalizzati per ogni utente. Finalità del centro è dare sostegno alle famiglie e mantenere una costante stimolazione delle abilità residue del traumatizzato, a livello cognitivo e emotivo.

Per le associazioni di volontariato del progetto di rete "Una città per tutti" il sostegno all'iniziativa rientra nella volontà comune di promuovere una cultura diffusa di attenzione alle problematiche del disabile, verso il superamento delle barriere del pregiudizio e dell'indifferenza. "Una città per tutti" nasce da un'analisi dei bisogni del territorio parmense che ha unito in un percorso organizzativo e progettuale associazioni diverse tra loro ma impegnate nel portare all'attenzione della cittadinanza i problemi di integrazione sociale, autonomia e socializzazione delle persone disabili.

Forum Solidarietà
Centro Servizi per il Volontariato in Parma
Borgo Marodolo 11 - 43100 Parma
Tel. 0521/228330; fax 0521/287154


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy