Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione e cultura Parmense su www.NelParmense.it

ADE SpA – CIMITERI DI PARMA – Luoghi della Memoria

IL CALDO E I CIMITERI


Lo straordinario caldo di questi giorni è fonte di preoccupazione specie per le persone anziane che devono uscire nelle ore più assolate. 

A rischio anche coloro che si recano (molto spesso sono proprio persone anziane) a visitare i propri cari al Cimitero.

Anche per questo ADE ha predisposto alcune misure di particolare “attenzione” verso i Visitatori.

Tutto il personale operante all’interno dei Cimiteri cittadini, in particolare alla Villetta, sarà ancor più attento nel vigilare affinché non si verifichino ritardi ove occorresse prestare pronta assistenza.

Presso le portinerie della Villetta e di San Pellegrino sono disponibili locali freschi e ventilati per una breve sosta di riposo dove si può bere acqua, sia fresca che a temperatura ambiente.

Non esitino, quindi, i visitatori, specialmente quelli più anziani, ad avvalersi di queste possibilità: sono, anzi, invitati a rivolgersi in qualsiasi momento al personale in servizio per ogni loro occorrenza e per qualsiasi informazione. 

Una buona estate a Voi e Famiglie. 

Parma, Giugno 2006


Come affrontare l’emergenza caldo (Piccola guida di ADE S.p.A.)

IL CALORE ECCESSIVO

L’alta temperatura, anche senza esposizione ai raggi solari, è una possibile causa di disturbi. Conseguenza: edemi da calore. Sintomi e segni: senso di pesantezza e gonfiore agli arti inferiori.

Cosa fare:
Liberarsi di vestiti e calzature troppo strette;
Sdraiarsi, tenere le gambe sollevate, più alte rispetto alla testa, dormire con un cuscino sotto i piedi;
In viaggio fare frequenti soste e passeggiare;
Al mare camminare a lungo nell’acqua.

Cosa NON fare:
Non bere alcolici.

L’ESPOSIZIONE DIRETTA AL SOLE

Esporsi in modo diretto e prolungato ai raggi solari può essere fonte di disturbi da non sottovalutare. Conseguenza: Colpo di sole;

Sintomi e segni: rossore al viso, malessere generale improvviso, mal di testa, nausea, sensazione di vertigine, possibile fastidio alla luce, aumento rapido della temperatura corporea (febbre). Si può verificare perdita di coscienza.

Cosa fare:
Chiedere assistenza medica e durante l’attesa:
Distendere la persona in un posto fresco e ventilato con le gambe sollevate rispetto al corpo;
Fare impacchi di acqua fresca;
Dar da bere acqua fresca, anche con aggiunta di sali minerali;
Eventualmente coprire gli occhi.

Cosa NON fare:
Non provocare raffreddamenti troppo rapidi;
Non bere alcolici;
Non somministrare alcuna bevanda se c’è perdita di coscienza.

L’ALTA UMIDITÀ

Umidità oltre il 60-70%, ridotta ventilazione e temperature superiori ai 25 gradi possono dare luogo a diversi disturbi. Conseguenza: Colpo di calore. Si verifica soprattutto in luoghi chiusi.

Sintomi e segni: volto arrossato o pallido, pelle secca e calda, aumento della temperatura corporea (febbre), aumento della frequenza cardiaca (tachicardia), aumento della respirazione (tachipnea), pupille dilatate. Si può verificare perdita di coscienza

Cosa fare:
Chiedere assistenza medica e, durante l’attesa: 
Portare la persona in un posto fresco e ventilato con le gambe sollevate rispetto al corpo (se pallido) o in posizione semiseduta (se rosso in viso);
Liberare la persona dagli indumenti;
Raffreddare il corpo con acqua fresca, anche avvolgendolo in lenzuola o asciugamani umidi o utilizzando borse di ghiaccio da posizionare sotto le ascelle, ai polsi, all’inguine, alle caviglie, ai lati del collo;
Dare da bere acqua fresca, eventualmente con sali minerali.

Cosa NON fare:
Non bere alcolici;
Non bere alcuna bevanda se c’è perdita di coscienza;

Consigli per combattere la calura estiva.

Alcuni consigli validi per tutti, in particolare per le persone della terza età che, per la loro condizione fisica, possono essere più esposti ai disturbi provocati dalle temperature eccessive.

10 regole d’oro per una estate in salute:

1: Evitare di uscire e di svolgere attività fisica nelle ore più calde del giorno (dalle 11 alle 17);
2: Aprire le finestre dell’abitazione al mattino e abbassare le tapparelle o socchiudere le imposte.
3: Rinfrescare l’ambiente in cui si soggiorna.
4: Coprirsi quando si passa da un ambiente molto caldo a uno con aria condizionata.
5: Quando si esce, proteggersi con cappellino e occhiali scuri; in auto, accendere il climatizzatore, se disponibile, e in ogni caso usare le tendine parasole, specie nelle ore centrali della giornata.
6: Indossare indumenti chiari, non aderenti, di fibre naturali, come ad esempio lino e cotone; evitare le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono provocare irritazioni, pruriti e arrossamenti.
7: Bagnarsi subito con acqua fresca in caso di mal di testa provocato da un colpo di sole o di calore, per abbassare la temperatura corporea.
8: Consultare il medico se si soffre di pressione alta (ipertensione arteriosa) e non interrompere o sostituire di propri iniziativa la terapia.
9: Non assumere regolarmente integratori salini senza priva aver consultato il proprio medico;
10: Ricordarsi di bere spesso.

Consigli per una corretta alimentazione:

a) Bere frequentemente: almeno 2 litri d’acqua nel corso della giornata, anche se si ha poca sete: per alternare, va bene anche il tè. I succhi di frutta e le bevande gassate vanno assunti con moderazione, perché ricchi di calorie e poco dissetanti.Preferire inoltre le bevande fresche, evitando quelle ghiacciate;

b) Fare pasti leggeri e frequenti: l’ideale è consumare 5 pasti al giorno: colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena;

Cibi e bevande da assumere con moderazione:

Fritti, insaccati, intingoli, cibi piccanti: sono cibi elaborati, molto salati e ricchi in grassi;
Birra e alcolici: aumentano la sudorazione e la sensazione di calore, contribuendo alla disidratazione, caffè;

Cibi e bevande da preferire:

Frutta e verdura: consumarne in abbondanza perché apportano acqua, vitamine e sali minerali;
Pesce: il consumo del pesce è sempre auspicabile;
Pasta e riso: saziano senza appesantire. Consumarli regolarmente, ma sempre in quantità moderata;
Gelati: preferire quelli di frutta, più ricchi di acqua

Per maggiori informazioni: consultare sempre il proprio medico di fiducia

ADE SpA – CIMITERI DI PARMA - Luoghi della Memoria


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy