Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione e cultura Parmense su www.NelParmense.it

Da Rezinoldo a Roccabianca ….. è “Fiera di San Michele”

La ricorrenza del Patrono della città cara a Guareschi si intreccia con le “Giornate Europee del Patrimonio” - Domenica 24 settembre prodotti tipici alla “Fiera” - Raduno di moto d’epoca con una “sezione guareschiana” – Alle ore 18 concerto gratuito nella Rocca - Lunedì pomeriggio iniziativa divertente per informare sulle truffe alla terza età

Roccabianca, il centro della “Bassa” parmense che ha un nome da…. favola, festeggia il Patrono San Michele con alcune iniziative che si protraggono da sabato 23 a lunedì 25 settembre, grazie anche all’intreccio con le due “Giornate Europee del Patrimonio a Roccabianca”, che vogliono ricordare l’antico nucleo di Rezinoldo (esistente già all’epoca del Barbarossa), poi diventato Roccabianca con la costruzione della Rocca da parte di Francesco Rossi. Ma procediamo con ordine. All’interno delle “Giornate” sono previste visite con g(a pagamento) alla Rocca: sabato 23 settembre ore 11.00, 15.00 e 18.00, con replica domenica 24 settembre alle ore 15.00 e 17.00. Da sottolineare che domenica 24 si tiene la “Fiera di Settembre”, tradizionale appuntamento con la festa del patrono, che inizia alle ore 9 con il Mercato straordinario nel centro della città dedicato al Patrono stesso. Alcune iniziative culturali permetteranno di “frequentare i luoghi i suoni e i segni del passato”, ad esempio, ammirando la Mostra di Moto d’epoca accanto a quelle attuali. La chicca viene dalla sezione dedicata a Guareschi, che nacque ed abitò nella frazione di Fontanelle e, soprattutto, prese paesaggi e situazioni della zona come modelli per il suo Mondo Piccolo. Interessante la Mostra fotografica “Negli occhi della Gente del Fiume” e l’esposizione di maglie storiche della squadra di calcio di Parma. Alle ore 10 in Palazzo Comunale, oltre all’assegnazione del Premio San Michele 2006 (alla memoria per il cardiologo Zonio Avanzini e per il fondatore de Il Giorno e della Biennale di Venezia, Pietro Bianchi, e alla 93enne maestra Rosetta Baratta, tuttora autentica memoria storica del paese), verrà presentata una iniziativa editoriale che ha come protagonista il territorio di Roccabianca. Alle ore 11.15 Santa Messa solenne poi, qua e là per la Fiera specialità locali e prodotti tipici, artigianato e offerta commerciale attendono i visitatori. Alle ore 18.00, nel Portico di Griselda, nel Castello, sempre per le “Giornate Europee” e nell’ambito della Rassegna di Musica Antica “Medioevo e oltre” - XIII Edizione, c’è il concerto (a ingresso libero) “Amore che vieni, amore che vai. Tormento e gioie d'amore nel primo barocco europeo”, con Michele Pasotti (liuto) e Tomoko Nakahara (soprano), promosso dal Comune di Roccabianca in collaborazione con l’Associazione “Amici di Verdi” di Busseto e l’Associazione Melusine. Nella prima parte verranno suonati, fra gli altri, di John Dowland : Come again; White as Lilies; Flow my tears; e di Pierre Guedron: Quoy faut il donc?; Aux plaisirs, aux delices bergeres. Nella seconda parte si ascolteranno altri brani fra cui: Giulio Caccini, Odi Euterpe; Barbara Strozzi,Tradimento; J. Jeronimus Kapsberger, Canzone prima; Alessandro Piccinina, Toccata sesta. Michele Pasotti, nato a Pavia nel 1977, è specializzato nella letteratura liutistica dell'età barocca e rinascimentale. All'Accademia Internazionale della Musica di Milano si è perfezionato nella musica da camera del Barocco italiano. Ha approfondito lo studio sotto la guida di Kees Boeke e di Pedro Memelsdorff alla prestigiosa Escola Superior de Musica de Catalunya di Barcellona. Suona regolarmente con solisti quali Christian Senn, Marco Bianchi, Rodney Prada, Massimo Lonardi, I Solisti della Scala e ha collaborato con Michael Chance, Paolo Grazzi, Charles Daniels, Catherine King, Emanuela Galli, Lorenzo Cavasanti, Monica Piccinini. Nell'ambito di concerti tenuti in molti Paesi europei e in tutta Italia è stato diretto da Fasolis, Capuano, Ötvös, Lammer, Doni, Palumbo, Ben-Ozer. Ha vinto per due anni una borsa di studio ai Civici Cori di Milano, collabora continuativamente con il conservatorio “L. Marenzio” di Brescia e fa parte degli ensemble Il Canto di Orfeo, Arìon Consort, Ensemble San Felice e Cantica Symphonia, gruppo con il quale ha ottenuto i più importanti riconoscimenti della critica internazionale (Diapason d'or e Choc du Monde de la Musique). E' stato recentemente ospite di stagioni musicali (Radio Svizzera Italiana di Lugano, Settimane Musicali di Stresa, Ente Filarmonico Italiano di Arezzo, Unione Musicale di Torino). E' direttore e fondatore de “la fonte musica”, ensemble internazionale. Il soprano Tomoko Nakahara, nata in Giappone, si è laureata in canto all’Università di Mukogawa sotto la guida di Andrea Barandoni, conseguendovi poi un master. In Italia dal 1997, si è perfezionata in canto rinascimentale e barocco con Cludine Ansermet. Si è specializzata, all’Accademia Internazionale della Musica di Milano, nella prassi esecutiva tardo-medievale sotto la guida di Kees Boeke e in Teoria e Contrappunto Rinascimentale con Diego Fratelli. Ha ottenuto il diploma del “Laboratorio permanente di musica italiana del Seicento” diretto da Roberto Gini. Nel 2000 ha conseguito il primo premio nel concorso indetto dal Rotary Club. Da molti anni svolge intensa attività concertistica in Giappone e in Italia come solista e in vari gruppi di musica antica; ha ricoperto il ruolo di Amina nella Sonnambula di Bellini, quello di Fiordiligi nel Così fan tutte di Mozart e di Gilda nel Rigoletto di Verdi, partecipando inoltre ad una esecuzione del Vespro della Beata Vergine di Monteverdi con l’ensemble Anthonello ed ha collaborato con Flavio Colusso. Ha tenuto diversi concerti liederistici al centro italo-tedesco di Villa Vigoni a Menaggio.

Lunedì 25 settembre alle ore 15, nell’Area Feste di Roccabianca ci sarà una iniziativa che dovrebbe essere fatta ovunque, ovvero un pomeriggio in cui, fra un assaggio di torta fritta e di spalla cotta, l’ascolto di musica e la partecipazione di Mauro Adorni, si informano i cittadini della terza età per prevenire frodi e truffe nei loro confronti, cercando di spiegare come sfuggire alla parlantina alle false proposte e alle pseudo occasioni che vengono offerte (e che purtroppo continuano a trovare persone anziane che si lasciano raggirare).

Per informazioni: Comune di Roccabianca, tel. 0521 876165


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy