Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione e cultura Parmense su www.NelParmense.it

Il bambino e l'atto del tracciare
seminario condotto da ARNO STERN il 9 ottobre 2006

Il Comune di Traversetolo in collaborazione con la Coordinatrice Praticienne Concetto Esposita e il Centro ricerche e studi per la nuova conscienza educativa di Parma organizza una conferenza sull'educazione creatrice sul tema: Il bambino e l'atto del cerare.

La conferenza si svolgerà il 9 ottobre 2006, alle ore 21,00, alla sala del Consilio del Centro Civico "La Corte" di via F.lli Cantini 8.

L'incontro sarà condotto da ARNO STERN, direttore dell'Istituto Ricerca sulla Semiologia dell'Espressione di Parigi (IRSE) e si rivolge in particolare a: 

·         educatori ed operatori sociali 

·         insegnanti 

·         terapeuti, arteterapeuti 

·         psicologi, neuropsichiatri 

·         genitori

A presentare gli ospiti della serata sarà l'assessore alla Cultura, Scuola e Politiche giovanili Emma Iovino. Emma Iovino parlerà anche dell'Atelier (Closlieu) presente a Traversetolo e condotto appunto da Concetta Esposito. L'Atelier è stato originariamente creato per i soci volontari e i loro figli ma è ora aperto anche al pubblico interessato. Durante la serata verranno date ulteriori informazioni.

L'ingresso all'evento è gratuito.

Chi è Arno Stern
Arno Stern vive e lavora a Parigi. Da oltre quarant'anni - da quando, nell'immediato dopoguerra, cominciò a dirigere un laboratorio di pittura in un istituto per orfani di guerra - si occupa di semiologia dell'Espressione.

Avendo scoperto l'importanza del gioco nell'ambito di questa attività, crea uno spazio particolare che lo possa favporire e proteggere: l'Atelier di pittura, successivamente chiamato "Closlieu", divenuto celebre negli anni Cinquanta.

Le sue scoperte sulla pittura spontanea dei bambini e il suo nuovo approccio pedagogico suscitano grande interesse, a seguito del quale Stern viene invitato all'Unesco a tenere diverse conferenze sull'infanzia.

Approfondisce i suoi studi attraverso soggiorni presso le popolazioni "primitive" in Mauritania, Perù, Niger, Messico, Afganistan, Etiopia, Guatemala, Nuova Guinea.

Nel suo laboratorio, accanto all'attività pratica, continua ad approfondire gli studi sulla Formulazione, senza mai lasciarsi coinvolgere dalle interpretazioni dei dipinti, che sente come indebite intrusioni.

Di che si parlerà?
Ognuno di noi, bambino o adulto, ha la capacità di dare forma alle immagini depositate nella propria memoria organica. Il Closlieu è il luogo - raccolto e protetto da pregiudizi estetici e da interpretazioni - nel quale l'Espressione può pian piano manifestarsi.

Non si tratta di un processo consapevole ma di un bisogno che muove dal profondo e che si traduce in una Formulazione, come la chiama Arno Stern, cioè in un disegno che fluisce fuori dai processi intenzionali e da pretese artistiche e che è l'espressione di una esperienza possibile solo grazie all'energia e all'armonia che regnano nel Closlieu.

(Testi del Centro Ricerche e studi Nuova Conoscenza Educativa)


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy