Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione e cultura Parmense su www.NelParmense.it

Al MIA di Rimini “Parma Food Experience”: 
il dolce vento della trasgressione spira sulla qualità

 36a edizione, dal 4 al 7 febbraio 2006

La location è sinonimo di divertimento, di relax vacanziero, ma anche di banco di prova delle nuove tendenze giovanili. 

E non solo, a giudicare dalla tipologia del pubblico che ad ogni edizione affolla il MIA, Mostra Internazionale dell’Alimentazione di Rimini (99.300 operatori professionali nel 2005). 

Alla 36a edizione, dal 4 al 7 febbraio 2006, si parlerà più che mai parmigiano: Parma Food Experience, lo Show Food destinato a ravvivare l’immagine della stagione enogastronomica parmense, incontra la new generation. 

Quella che fa tendenza, che determina in gran parte e in brevissimo tempo la rivoluzione dei gusti e il conseguente adeguamento dell’offerta. Ne fa fede il successone di “Pianeta Birra”, per citare un solo esempio, che ha attratto lo scorso anno un esercito di giovani di entrambi i sessi. 

Gli imprenditori, anima e volano di Parma Food Experience, hanno selezionato per il Mia i migliori prodotti del capoluogo marialuigiano creando accostamenti innovativi tra nuove tendenze e tradizione consolidata. 

L’esperienza di Rimini legherà il mondo frequentato dai giovani (dai wine bar alle varie tipologie di ritrovi per lunch e brunch) con quello del dinamismo imprendioriale parmense che propone delizie come una straordinaria scaglia di Parmigiano Reggiano del Consorzio di Produttori “La Rocca” nobilitata da un blasonato Lambrusco Terre Verdiane delle Cantine Ceci, oppure Culatello e Salame Gentile della Fattoria di Parma che va a nozze con un regale Otello Nero di Lambrusco, sempre di Ceci, che qualche mese fa si è guadagnato la palma di miglior vino della sua tipologia durante una splendida serata nella capitale, aggiungendo titolo a titolo (il lambrusco più premiato del 2005!). 

Per non parlare di “Tre di Terre Verdiane”, l’ultimo nato della linea Ceci (ormai bisogna chiamarla così, usando la terminologia dei grandi stilisti italiani), da uve Malvasia Sauvignon e Pinot Nero, che sembra fatto apposta per “Il Re delle Nebbie”, il culatello artigianale con 24 mesi di stagionatura, della Fattoria di Parma. Oppure gli irresistibili ciccioli dell’Azienda Cattini “maritati” al Sauvignon Colli di Parma Otello. 
La diffusione di questi gioielli enogastronimici sarà affidata, grazie ad un accordo con 20 dei locali più trendy della Riviera romagnola, a discoteche, stabilimenti balneari, ristoranti e wine bar, a iniziative promozionali a tema Parma Food Experience. Un percorso dinamico e guidato che all’esperienza sensoriale soggettiva della qualità parmigiana abbini la conoscenza delle tecniche produttive (leggi:qualità) e della storia imprenditoriale delle aziende produttrici. La prima avventura itinerante di Show Food tra sapori, profumi e un tocco di trasgressione alla moda della “Riviera”. 


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy