Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione Parmense su www.NelParmense.it


Circolo A.R.C.I. Joe’s - Via Milani 11  43036 Fidenza (PR)

GIOVEDì 31 MARZO ORE 22

OWEN GERRARD

Menestrello, è questo l’aggettivo superabusato da critica e pubblico a buon ragione per definire la grande capacità comunicativa e verve musicale del trentaduenne Owen Gerrard, irlandese di Dublino.

Partito a vent’anni alla volta di Monaco di Baviera, qui Owen ha cominciato ad approfondire la conoscenza della chitarra e della voce, e dalle prime serate tra amici ai live show ai pub e locali tedeschi il passo è stato breve con un repertorio prevalentemente composto da canzoni della tradizione irlandese e covers degli ultimi trent’anni. Da qui in avanti una serie interminabile di concerti ha accompagnato Owen per quattro anni nei locali della baviera con frequenti puntate nelle vicine Austria e Svizzera, collezionando circa 200 serate. Nel frattempo Owen ha cominciato a sentire la necessità di esprimere una propria identità musicale che lo ha spinto alla scrittura dei primi braniu originali. Significativa la parentesi durata un anno negli Stati Uniti, nel 1995, che lo ha portato non solo nei soliti pub, ma anche  ad aprire i concerti del tour americano del gruppo tradizionale irlandese dei CLANCEY BROTHERS e ad approfondire lo stile rock-folk della west coast americane, ricco di sonorità e strumentazione acustica. Dopo il ritorno dagli Stati Uniti e un ulteriore parentesi tedesca, l’approdo in Italia con le consuete esibizioni nei pub, club, circoli e feste estive in buona parte del nord Italia e con regolari mini-tour in Svizzera, Austria, Grecia, Irlanda e Germania. Nel 2000 la decisione di raccogliere  i propri brani orginali scritti negli ultimi anni, selezionarli e entrare in studio per la preparazione del primo cd autoprodotto.

Il compact e' stato interamente registrato nello studio ABBER D’EARY a Regensburg in Germania da GARY WILTON, con i musicisti STEPHAN AUER, CHARMIAN HEMBRY e lo stesso Gary Wilton e la post produzione effettuata in Italia da MARCO REVERBERI all’AUDIO FACTORY STUDIO di Sorbolo (Parma). Intitolato “MOST OF THE TIME”, contiene 10 brani piacevoli e intriganti, piccoli gioielli perfettamente congeniati, dove la musica e le parole convivono armonicamente.

Nella primavera del 2000 l’incontro con i musicisti MAX BONINI, FRANK GHINI e DANIELE MORELLI decreta immediatamente la nascita della band, ribattezzata TEMPLE STREET BAND che da qui in avanti, avvalendosi anche delle collaborazioni saltuarie di MAURIZIO "Genius" BIAVARDI (Chitarra), FABIO PIZZAROTTI (Batteria) e PAOLO GIALDI (Basso), accompagnerà Owen nelle fatiche concertistiche in feste, piazze e locali della Svizzera (Friburgo, Basilea, Locarno, Zurigo) e del nord Italia.

Owen Gerrard & The Temple Street Band hanno aperto i concerti dei MODENA CITY RAMBLERS a Novellara (RE) in piazza - luglio 2000 - Sesto Fiorentino (FI) in piazza - settembre 2000 - e al Palasavena di Bologna nel marzo 2001, si sono esibiti con successo al Fillmore di Cortemaggiore (PC) e al Fuori Orario di Taneto (RE) nel maggio 2001. Nel luglio 2001 memorabili esibizioni alla Festa della birra di Sorbolo (PR) insieme ai BANDABARDÒ, davanti a quasi 4.000 persone, ed alla festa della birra di Travo (PC) con oltre 5.000 spettatori.

Nel marzo 2002 Owen & T.S.B. registrano il secondo CD (il primo live) al Vox Club di Nonantola (MO) tempio italiano della musica dal vivo durante i festeggiamenti del S. Patrick’s Day. Nel giugno dello stesso anno LINO CERESINI (Batteria) subentra a Max Bonini all'interno della Temple Street Band.

Nel luglio 2002 Owen & C. vengono invitati al festival “Irlanda in musica” di Bobbio (PC), importante rassegna di musica etnica e non solo, con il grandissimo onore di precedere sul palco nientemeno che i mitici CHIEFTAINS, il gruppo folk irlandese più famoso al mondo.

Ad ottobre 2002 la nascita del progetto "Two Flames Tour" che vede Owen in continuo girovagare nei consueti pub e club di mezza europa, accompagnato alla chitarra dal fedele virtuoso DANIELE MORELLI.

A giugno 2003 PAOLO GIALDI subentra in pianta stabile a Frank Ghini come bassista della Temple Street Band.

A gennaio 2004 esce il Cd Compilation "Alternative Unplugged" della radio reggiana K-Rock Radio Station, con due brani di Owen registrati dal vivo con Daniele Morelli, durante la trasmissione radiofonica "Teatro Magico Solo Per Pazzi", condotta da Mirko Colombo.

A Maggio 2004 esce il Cd Compilation di Musica Celtica in tutta Italia (20.000 copie) in allegato alla rivista bimestrale "Celtica" Ed. 3ntini (n.31, maggio/giugno) contenente due brani estrapolati dal Cd "Live".

A luglio 2004  inizia il Tour estivo con la rinnovata Temple Street Band che dopo diverse vicissitudini trova la giusta formazione con il giovane e talentuoso chitarrista Michele "Micky White" Bianchi, Michele “Surza” Zanni al basso e il granitico Fabio “the Animal” Pizzarotti alla batteria, consensi unanimi un po’ ovunque, dal nord all’Italia del sud, passando per la Festa di Radio Onda d’Urto a Brescia con i Modena City Ramblers e circa 10000 spettatori, fino ad arrivare all’Irish Music Festival di Tesserete in Svizzera davanti a 3500 paganti che ha visto Owen e Band esibirsi come “attrazione” principale a chiusura del Festival (richiamati a furor di popolo dopo il grande successo dell’edizione 2003), ospitando sul palco il grande violinista irlandese Gerry O'Connor.

Parallelamente alla Band, sempre a luglio, inizia la collaborazione di Owen e Daniele Morelli con la formazione di musica celtica The Red Box, composta da Daniele Bicego (Uillean Pipes & Whistles, Flauti), Martina Kelly e Fortunato Promontorio (Violini), Lorenzo Zampetti (Flauto) e Stefano Denti (Chitarra, Cittern e Banjo) con lo spettacolo “Canti, Suoni e Danze d’Irlanda” con la partecipazione dei ballerini dell’Accademia di Danze Irlandesi “Gens D’Ys” di Milano.

Lo spettacolo del menestrello irlandese è  un concentrato di Irish-folk-rock trascinante e danzereccio, con brani dei Dubliners e dei Pogues, alcune ballads del CD “Most of the time” e una serie di covers sempre riconducibili alla terra d’Irlanda, e non solo, Bob Geldof, Van Morrison, Waterboys, Oasis, U2, Clash, Rem,  ecc....

 


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy