Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione Parmense su www.NelParmense.it

Tante rezdore con le mani… in pasta
Festa dell’Anolino a Varano (PR): 30 aprile-1 maggio 2005

Gli ingredienti sono degni della migliore tradizione contadina, l’allegria che mettono quella dei giorni di festa, ai quali una volta erano riservati. E allora perché non dedicare una festa a loro, agli anolini? Varano de Melegari, in Val Ceno, a 23 km da Parma, lo fa il 30 aprile e il primo maggio 2005, mettendo all’opera tutte le “rezdore” della zona, che preparano 50, 60mila deliziosi involucri di pasta ripiena di carne, per l’occasione non “in casa” bensì in piazza… E dopo tanto lavoro di braccia, finalmente a tavola, per godere dell’impagabile sapore antico, ma da vero intenditore che gli anolini hanno. Si possono infatti gustare “freschi di mattarello” e fumanti direttamente sul posto. In altre zone li chiamano cappelletti o tortellini, e le ricette variano leggermente. A Parma e provincia la tradizione vuole che l’anolino sia preparato con sfoglia tirata rigorosamente a mano, fatta di farina, uova, acqua e sale, e che il ripieno sia fatto con polpa di manzo stracotta. Ogni casa, e ogni rezdora, ha la sua ricetta “segreta”, un ingrediente in più che non si svelerebbe nemmeno sotto tortura, ma la preparazione classica prevede per il “pieno” manzo, pane raffermo grattugiato, parmigiano grattugiato, conserva di pomodoro, uova, vino rosso e brodo di manzo. Il tutto da insaporire con cipolla, aglio, carota, sedano, chiodi di garofano, sale, pepe e la noce moscata dall’inconfondibile aroma. Ma non si vive di soli anolini, e quindi ecco, a seguire, un altro piatto che per tradizione era riservato alle giornate festive: il lesso con galline nostrane, accompagnato dagli immancabili prosciutto crudo e Parmigiano-Reggiano. 

Il ghiotto appuntamento gastronomico è il fiore all’occhiello della settima edizione della Fiera Agricola della Val Ceno, che ripropone anche per il 2005 l’esposizione di attrezzature moderne e di un tempo, l’esposizione e il mercato dei capi di bestiame oltre al concorso per “miss” vacca da latte, che premia la migliore produttrice. Durante le due giornate si susseguono assaggi di gustoso salame, di maiale nero e non, nell’ambito della rassegna gastronomica “Sua Maestà il maiale” (che si è svolta lo scorso inverno), giochi e mostre. Dal triathlon del boscaiolo, un’appassionante sfida a colpi di accetta e motosega, alle partite a polo con gli asinelli, fino alla mostra di teneri animali da cortile per la gioia dei bambini, che hanno sempre meno occasioni di vedere animali di campagna dal vero. La Fiera agricola è organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune di Varano, la Comunità montana Ovest, la Provincia di Parma, Apa (associazione provinciale allevatori) e la Presidenza del Consiglio provinciale di Parma.

Per informazioni: Pro loco Varano de Melegari, tel.fax. 0525-53487 
e-mail proloco.varano.mel@libero.it

 


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy