Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione Parmense su www.NelParmense.it

"I teatri dell'impossibile"
Mercoledì 23 marzo per il pluripremiato (ANCT e UBU)

 

Carissimi,

di tanto vorrei dirvi ora, di spettacoli e amici, così come d'abitudine. Anche Tracce ha preso avvio: tutto bene dunque? Forse: non tutto, non proprio.
    
    Ma intanto si sciolgono le nevi, i cieli si fanno più chiari - e forse presto avremo modo d'incontrarci.
 
     Dove?  A Casalmaggiore magari, per la Fortezza, "I teatri dell'impossibile", questo giovedì, il 17, incontro con Maurizio Buscarino, le sue immagini in videoproiezione, mercoledì 23 marzo per il pluripremiato (ANCT e UBU) I pescecani, ovvero quello che resta di Brecht, davvero un capolavoro (info: 0375.284424 -
teatro@comune.casalmaggiore.cr.it), l'ottimo Romanetti tenace ideatore del progetto.

    Ecco: già è bello avere qualche appuntamento! Questa settimana dovrei riuscire finalmente a raggiungere anche Giro di vite, regia di Carmelo Rifici, che so spettacolo di qualità, a Milano, al Litta (che ancora non ho visto restaurato!), mercoledì, con il sempre caro Henry. E a Parma mi raggiungono, per il fine settimana, Il mercante di Venezia di De Capitani (ho visto il film con Al Pacino: meglio di quanto mi avessero detto) e l'Urlo di Del Bono, la domenica a Casalmaggiore per la Limòn Dance Company (ma le Tracce federiciane ospitano Othello, per morire in un tuo bacio con Lucilla Giagnoni e Michele Di Mauro (
urp@pieve.provincia.bologna.it).

    In verità avrei voluto scrivere agli amici del teatro (dell'e.valery!) nei prossimi giorni pasquali, con maggior tempo, usando magari anche un po' più dei miei colori di cui qualcuno ogni tanto dice d'avere nostalgia (grazie!) o ironizza con qualche ferocia (ricito Henry?!). Nell'urgenza (la Fortezza a Casalmaggiore: davvero un'impresa da più punti di vista!) dirò solo poche cose, sparse a singhiozzo, di quanto ho visto, dimenticando sicuramente incontri importanti: chiedo scusa sin d'ora!

    Magnifico, indimenticabile, il Professor Bernhardi di Schnitzler/ Ronconi/ Piccolo di Milano, di una perfezione assoluta sotto ogni aspetto, la regia, la recitazione, il ritmo, il valore civile, il coinvolgimento psicologico, e ancora e ancora. Spero possa essere riproposto perché altro pubblico possa godere di tale livello di qualità, di rigore artistico, di intelligenza creativa (e io possa anche scriverne adeguatamente: visto gli ultimi giorni mi è "sfuggita" per motivi contingenti una recensione che avevo gonfia nel cuore e nella mente).

    Forse perché è marzo, subito qualche ricordo d'incontro al femminile, la magnifica Giulia Lazzarini in Giorni Felici, straordinaria anche Michela Cescon in Giulietta, molto brave Giovanna Bozzolo in Psychosis, Arianna Scommegna/ Molly, Andreina Garella nella sua creazione, Un posto dove stare.
  
    Da inseguire e raggiungere assolutamente Frammenti di/ con il magico Danio Manfredini. Notevole l'Edoardo II latelliano. E mi piacerebbe un buon confronto sull'Opera segreta di Martone. Bene Cirillo, Moni Ovadia, e forse altri dimenticati (dimenticabili?).

    Davvero consigliatissimo (la responsabilità del critico!), per le scuole e le domenicali con genitori, fratelli e nonni, Marconi, il mago che incanta le onde, regia di Bruno Stori, produzione Elsinor, bravissimi i due interpreti. Bene - altre interpretazioni al maschile, due assoli - anche l'Asino albino con Andrea Cosentino e Gente come uno con Manuel Ferreira. Ilari, coinvolgenti, sempre più teatrali, i clowneschi interpreti del Teatro Necessario. E dispiace moltissimo che non giri come davvero merita Senza Cuore di/ con Davide Doro.

    Dopo Fabbrica dell'Ascanius Maximus e Braccianti di Armamaxa prosegue felicemente la ricerca teatrale sul lavoro. Bene anche il Teatro dell'Orsa - che tra l'altro è ospite della rassegna "Lavoro/lavori, la memoria dei mestieri" che si svolgerà fino alla metà di maggio a Firenze (info:
stortoni@fts.toscana.it  - ufficiostampa@fts.toscana.it ): diversi gli spettacoli che non ho visto e non penso riuscirò a vedere: magari mi direte voi!

    Dovevo dirvi solo della Fortezza a Casalmaggiore (ricordate: lo spettacolo è la sera del 23 di marzo // nel pomeriggio, ore 16, l'incontro con Armando Punzo e la compagnia) ed ecco qui quanto vagante affabulare ("inutile!" conferma con spalluccia il nostro Henry, terza citazione!). Ma non posso lasciarvi senza dirvi di Cagliari, una bella atmosfera di lavoro nel convegno promosso dalla Provincia e da Giancarlo Biffi/ Cada Die, rinnovando il piacere del confronto, e di Como, ad aprire un ciclo di appuntamenti sul teatro ideati da Mario Bianchi con la Provincia: due passaggi brevi che hanno però rinnovato il desiderio di muovermi un po' anche oltre i confini emiliani senza aspettare necessariamente i festival estivi.

    Tanti i sensi di colpa, perché pur lavorando tanto e tanto, resto sempre indietro di molti impegni, con l'Eolo telematico per esempio, che mi sembra davvero uno strumento prezioso per il Teatro Ragazzi, per la stimatissima rivista Cantastorie cui dovevo mandare un contributo su Abbiati, per l'Ordine dei Giornalisti dell'Emilia Romagna pronta ad accogliere nel suo sito una riflessione sulle molte sofferenze della critica (non solo teatrale!). Ma c'è anche la quotidianità che incombe, il moltiplicarsi degli eventi nel territorio.

    Non rinuncio comunque a girovagare tenacemente per mostre fotografiche: davvero superba quella di Luigi Ghirri, Still life, a Bologna (notevole anche il catalogo della Baldini Castoldi), scrivendone quindi per Exibart.com. Ogni tanto bisogna aggiungere passioni nuove - e coltivarle!

    Tutte queste parole d'urgenza per dire quindi solo di Casalmaggiore e la Fortezza? Ma come potevo farmi sfuggire una simile occasione, due chiacchiere con gli amici dell'e.valery?

   Scusatemi carissimi! baci baci d'infinita tenerezza primaverile

                                         your valery dei  teatri

 


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy