Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione Parmense su www.NelParmense.it

Il vino pesarese “Timoteo” e il libro dello chef Claudio Menconi vincitori del 23° Bancarel’Vino
Grande successo di critica e di pubblico per il 23° concorso eno-letterario di Mulazzo (Ms), 
che si è concluso domenica 7 agosto con l’assegnazione dei premi.

Cifre da primato per il 23° Bancarel’Vino che nel borgo medioevale di Mulazzo (Massa-Carrara), dal 4 al 7 agosto, ha portato alla ribalta libri d’argomento enogastronomico, vini e prodotti tipici dei territori di Identità Immutate, movimento non-profit per la valorizzazione delle piccole aree custodi della tradizione. Circa 50 i vini provenienti da tutta l’Italia e altrettanti i libri di prestigiose Case Editrici in concorso, più di 20.000 i visitatori e quasi un migliaio gli SMS inviati dal pubblico in una settimana per votare il libro preferito tra i sei finalisti. Il giudizio popolare, con 450 punti a favore, ha scelto “Un pizzico di sale… un pizzico di pepe”, del noto chef di Rai Uno Mattina Claudio Menconi, originario di Carrara (Plan Editore). I suoi “consigli culinari, passeggiando tra lardo e farro”, con la prefazione di Francesco Guccini e le vignette di Sergio Staino, sono ispirati alla gastronomia toscana della Garfagnana e dintorni e dedicati alle due figlie, Eleonora-chicco di pepe e Sofia-granello di sale.
Nella mattinata di domenica 7 agosto, nel ristorante “Villa Brignole” di Gavedo di Mulazzo, si è invece riunita la giuria del vino, presieduta da Saverio Carmagnini, presidente dell’AIS Toscana, e composta da sommelier e giornalisti del settore, tra cui Giorgio Battaglia, autore di Rai Uno. Il premio, un libro in marmo bianco sormontato da un grappolo d’uva in marmo nero e argento, opera della gioielliera Rosellina di Carrara, è stato assegnato al “Timoteo” della Cantina Di Sante di Fano (Pu). Il vino marchigiano è un Colli Pesaresi Doc 2003 da uve Sangiovese e Montepulciano, vinificate in rosso e affinate in grandi botti di rovere e barrique, che rispecchiano la solarità dei vitigni posti sui pendii vicini al mare.
Ma l’edizione 2005 del Bancarel’Vino ha attribuito altri riconoscimenti. Sul palco, in piazza Malaspina a Mulazzo, l’ultima sera, ai due vincitori canonici si sono aggiunti il “Masero”, I.G.T. Toscana bianco del Podere Lavandaro di Marco Taddei e Matteo Cimoli, e il “Merla della miniera”, I.G.T. Toscana rosso dell’Azienda Terenzuola, entrambi di Fosdinovo (Ms). Il primo, da vitigni Vermentino e Albarola, ha ricevuto due premi: quello all”Antagonista”, ovvero al primo bianco classificato (avendo vinto un rosso) e quello al “Vino locale più rappresentativo dell’Identità lunigianese”. Al secondo, prodotto da Ivan Giuliani, è andato il premio per l“Etichetta più artistica”, stabilito dalla giuria condotta dal giornalista Paolo Menon, autore dei due volumi “Per Vino e per Segno” (Edizioni CentroDiffusione Arte), raccolta delle più belle etichette italiane d’autore.

Il sindaco di Mulazzo Sandro Donati, l’assessore Luisa Bruscaglia e il segretario comunale Pietro Ferrari Vivaldi, artefici della manifestazione, hanno voluto ringraziare, con ulteriori attestati, giornalisti, relatori e personaggi che hanno contribuito al successo di Bancarel’Vino. Tra i tanti, il professor Fausto Cantarelli, docente di Economia Agraria all’Università di Parma, fautore del “matrimonio” tra il melone d’inverno di Alcamo (Tp) e i salumi del Nord, officiato sul palco come simbolo della “Santa Alleanza” fra dieta “Mediterranea” e dieta “Celtica” di cui il paese massese si rende garante e punto di riferimento per il futuro. Nicola Novielli, produttore del liquore a base di vino Primitivo di Acquaviva delle Fonti (Ba), è stato premiato per la sua fedele partecipazione a Bancarel’Vino e perché con il suo elisir ha meglio rappresentato il tema dell’anno della kermesse: “Alla corte di Re Vino: un nettare a 360° (non alcolici)”. Un riconoscimento inaspettato anche per la giornalista Rosanna Ercole Mellone, ideatrice di “Identità Immutate”, che da quattro anni organizza il Bancarel’Vino sotto l’egida del suo movimento.
Le autorità presenti sul palco, tra cui Domenico Ceccotti, Assessore all’Agricoltura della Provincia di Massa-Carrara, e Anna Nunziata, Consigliere Regionale, hanno espresso la volontà di continuare la promozione del territorio e dei suoi prodotti attraverso eventi come Bancarel’Vino che permettono di divulgare la cultura locale, non solo alimentare, attraverso confronti e scambi di esperienza e di ospitalità con realtà affini. Nella filosofia di Identità Immutate, di cui Massa è capofila, altri appuntamenti attendono i produttori aderenti: il prossimo, dal 23 al 26 settembre, a Savigliano di Cuneo, per la Festa Internazionale del Pane; a seguire, dal 30 settembre al 2 ottobre, a Barcellona di Messina, per la XXVI Festa della Vendemmia e, a fine ottobre, ad Alcamo di Trapani per Rosa Fresca Aulentissima. Con un arrivederci al 24° Bancarel’Vino nel 2006, al quale si sta già lavorando.

Per informazioni: Comune di Mulazzo (Ms), via della Liberazione 10, tel. 0187/93005 


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2017
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy