Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione Parmense su www.NelParmense.it


Circolo A.R.C.I. Joe’s - Via Milani 11  43036 Fidenza (PR)

MERCOLEDI 30 Novembre ore 22

 Paula Frazer & Moore Brothers

Grande sforzo del Joe's per ospitare PAULA FRAZER (excomponente dei Tarnation) una delle cantautrici + valide del new acoustic movement affiancata per la voce a Hope Sandoval o addirittura Lisa Gerrard in puro stile 4AD e per il genere ai migliori gruppi di nu country...

da Roots'n'Highway Fabio Cerbone scrive:

"Il titolo sembra una sorta di confessione personale per Paula Frazer, che a fatica si sta ritagliando un suo spazio nel cantautorato femminile americano. Una carriera non facile la sua: anticipatrice, da leader dei Tarnation, di quel suono folk scuro e "morriconiano" poi ripreso da altre artiste quali Neko Case e Jesse Sykes, la Frazer è in seguito naufragata in un discreto anonimato artistico. Nel 2001 l'esordio solista di Indoor Universe, accolto sempre con favore, poi un lungo silenzio, interrotto solamente dalla pubblicazione di A Place Where I Know, compilazione di demo raccolti lungo una decina d'anni. Leave The Sad Things Behind riprende i fili del discorso, proponendo una artista più matura e consapevole dei propri mezzi, in parte rivoluzionata anche nell'esposizione musicale. Le nuove canzoni appaiono infatti più solari del solito, con toni rilassati che vanno a lambire le atmosfere di un folk rock leggermente elettrificato, adagiato su arrangiamenti eleganti, che spesso sfruttano la malinconia di una sezione d'archi. Da tempo residente a San Francisco, Paula Frazer ha registrato il nuovo lavoro con l'aiuto di David Katznelson ed avvalendosi della collaborazione di diversi musicisti locali: tra gli altri Scott Hirsch and James Kim, sezione ritmica dei Court & Spark, Joan Jeanrenaud, ex membro del Kronos Quartet, più varie comparse da American Music Club e Mother Hips. La raffinatezza con cui la Frazer sfiora le corde del folk rock si palesa nell'apertura di Always On My Mind, con echi country nell'accoppiata piano e steel, mentre l'impalpabile pop di Watercolor Lines ricorda un gusto un po' retrò nella scelta delle armonie. Ciò che fa la differenza è senz'altro la voce della Frazer, angelica, avvolgente, capace di imprimere un carattere personale al proprio repertorio: è uno strumento in più a disposizione e basta ascoltare un brano quale Waiting For You. L'amore mai rinnegato per il romaticismo di certo Nick Cave, una delle sue ispirazioni principali, riaffiora nella lieve Long Ago, anche se i momenti più godibili sono rappresentati dalla leggerezza di It's Not Ordinary, dalle movenza mariachi, con tanto di fiati, di Taken e dal ciondolante country&western della stessa Leave the Sad Things Behind" a supporto i Moore Brothers gruppo in stile Calexico

"Influenzati dalle proprie recenti prove soliste, i Moore Brothers in questo ritorno a proprio nome hanno licenziato i propri fidati collaboratori, per mettersi a suonare completamente soli, senza sofisticazioni.Come un ritorno alle proprie origini, nei propri luoghi natali, “Now Is The Time For Love”, è album per sole voci e chitarra, che scorre raffinato e morbido, nella smagliante, nuda autenticità di canzoni e armonie vocali sopraffine.
Strimpellii, voci sì ingentilite, e sottile inquietudine su uno sfondo quotidiano, privato e confidenziale, ricordano in particolare Simon & Garfunkel ("Now Is The Time For Love”, “The wooden tears”), i primi Bee Gees ("Mint Mouth Motorhead”) e i Beatles casalinghi, incompibili, del White Album (c'è chi saggiamente ci trascorre i giorni di ferie asserragliato..). In più, Greg e Thom riescono a toglierci di bocca quella sapidità rancida, quel senso artificioso del recente New Acoustic Movement, in virtù d'un talento compositivo, soffio d'ispirazione non comune.La semplice bellezza della fragilità, grazia ed d'ampio respiro, è ciò che insinua l'ascolto di passi senza tempo, come "Color And Kind”, “Unexpected Gusts Of Wind” o “Falling”. Ovvero, quando un tono, una inflessione vocale, come misteriosa, impercettibile impronta, richiama un mondo, palpita il cuore, schiude petali d'anima.Vengon fuori forme appariscenti, vermiglie canzoni, struggenti e intime come le scriveva un Elliott Smith. Si rinnova quel particolare, febbrile incanto che provammo per Plush ; gemme grezze dal sapore di classico inossidabile ("schwinn"). E, al di sopra delle parti, uno spirito di coesione fa di "Now Is The Time For Love" una raccolta matura, autentica e credibile. Tra i culti ineccepibili di fine 2004"

VENERDI 2 Dicembre ore 22

Arci Joes Dj Set New Sounds

con Renee 

  

SABATO 3 Dicembre 

ore 19

Aperitivo Flower Power  

ore 22

Albert Ray &  The Raymen

uplugged rockabilly sound


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2018
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy