Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'informazione Parmense su www.NelParmense.it

ARDOLA DI ZIBELLO
 L’ANTICO SANTUARIO DI SAN ROCCO CON GLI ADIACENTI POZZI DELL’ACQUA MIRACOLOSA SPALANCA LE SUE PORTE, SABATO 27 E DOMENICA 28 AGOSTO, A TUTTI COLORO CHE VORRANNO SCOPRIRE QUESTO LUOGO PER TANTO TEMPO DIMENTICATO.

La Chiesa-Santuario di San Rocco in Ardola di Zibello (Parma), nonostante le precarie condizioni strutturali, continua ad essere un punto di riferimento significativo, non solo per gli abitanti della piccola località agreste, ma anche per tanti fedeli della Bassa Parmense. Da oltre un decennio però è chiuse e le sue condizioni strutturali non fanno altro che peggiorare. Per evitare che la situazione possa precipitare, il Comitato San Rocco, costituitosi da alcuni anni, sta cercando tutte le soluzioni possibili al fine di reperire i fondi necessari per la sistemazione ed il recupero della chiesa. L’appello è forte e rivolto a tutti: ai cittadini chiamati ad un piccolo ma significativo gesto di carità; alle imprese, chiamate a loro volta a sostenere la “corsa” per il recupero del sacro edificio; alle Pubbliche Istituzioni, che nei loro diversi ruoli hanno un compito fondamentale in questa gara di solidarietà.

LA STORIA: Correva l’anno 1746, periodo in cui la Bassa Parmense era flagellata da una grave pestilenza che colpiva gli animali. La popolazione locale si affidava, con preghiere e suppliche, all’intercessione di San Rocco titolare dell’omonimo Oratorio. Il 15 luglio, nonostante la grave siccità, nel fosso antistante il detto Oratorio sgorgò una fonte d’acqua con poteri taumaturgici tali da guarire tutti gli animali che vi si abbeveravano. L’evento ebbe una vastissima risonanza e si avviò uno straordinario pellegrinaggio, con fedeli che arrivarono in massa sia dall’Emilia Romagna che dalla Lombardia. Iniziò subito la costruzione della chiesa (in luogo dell’Oratorio) che venne terminata ed il cui costo fu saldato con le offerte dei pellegrini nel volgere di tre anni. Gli eventi miracolosi furono certificati dall’allora parroco di Pieveottoville, su incarico del Vescovo di Borgo San Donnino. Resta inoltre un’importante testimonianza sulla targa posta sul piedistallo del simulacro di San Rocco ed il rame argentato e sbalzato posto ad ornamento della medesima statua lignea, su commissione della famiglia Boselli, quale segno di gratitudine per le grazie ricevute. 

L’APPUNTAMENTO DI SABATO 27 E DOMENICA 28 AGOSTO: 
Nell’ambito delle manifestazioni per il 260^ anniversario della comparsa delle sorgenti dell’acqua miracolosa, sabato 27 (dalle 16 alle 19) e domenica 28 agosto (dalle 10 alle 11.30 e dalle 16 alle 19), grazie all’iniziativa del Comitato San Rocco sarà possibile usufruire di visite guidate gratuite al Santuario di San Rocco e agli adiacenti pozzi dell’acqua miracolosa. Nella stessa occasione sarà anche aperta al pubblico la mostra fotografica: “Ardola, tra eventi prodigiosi e vita quotidiana”. 
Per informazioni 
è possibile contattare i numeri 3386931689, 3402499355 oppure 052499537. 


ALTRI APPUNTAMENTI NEL TERRITORIO: 
Sabato 27 e domenica 28 agosto, dalle 15 alle 18, sarà possibile anche usufruire di visite guidate gratuite alle antiche chiese ed ai monumentali palazzi di Zibello con partenza dall’Ufficio Turistico di Piazza Garibaldi. Nello stesso ufficio turistico sarà in funzione anche il servizio di prestito biciclette. 
Infine nella serata di sabato 27 agosto, il chiostro dell’ex convento domenicano di Zibello ospiterà la Festa per la vita organizzata dalla locale delegazione della Lega italiana per la lotta contro i tumori in collaborazione col Comune. Per l’occasione sarà possibile gustare Culatello di Zibello e salumi misti, torta frotta, anatra, polenta pasticciata e spalla cotta; inoltre si esibirà l’orchestra “Rosangela e Simone”. 
Per informazioni: 052499388 oppure 3386931689 


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2017
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy