Portale di informazione Parmense su www.NelParmense.it
Portale d'Informazione e Cultura Parmense su www.NelParmense.it

Fontanellato Specchio d’Arte 2005 Da Parmigianino a domani: 
il Mito è servito

Sabato 1 e Domenica 2 OTTOBRE 2005 

un week-end di cultura, arte, degustazioni raffinate nella rocca sanvitale in provincia di parma

OSPITI: Francesca Sanvitale, scrittrice; Frederick Tristan scrittore vincitore del Prix Goncourt;

Gli Artisti Atelier Mondino; critici letterari e Studiosi

FONTANELLATO, Parma -  La Rocca Sanvitale di Fontanellato, nel parmense, si trasforma in un moderno salotto culturale sabato 1 e domenica 2 ottobre 2005 e sceglie un tema, per disquisire degustando parole e prodotti tipici, che da sempre attraversa ogni epoca: il mito.

Quando l'estate già declina nell'autunno più mite, la piccola corte rinascimentale della pianura padana diventata Bandiera Arancione del Touring Club Italiano - che dal 1524 custodisce tra le sue mura un magnifico affresco del Parmigianino nella Saletta di Diana e Atteone - offre al pubblico italiano e straniero la seconda edizione d’un evento unico nel suo genere: “Fontanellato, Specchio d'Arte: da Parmigianino a domani” organizzato dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Fontanellato, coordinato dalla studiosa Alessandra Ruffino col patrocinio dell’Università di Parma, Dipartimento di Scienze della Formazione e del Territorio.

            Sono invitati in Rocca illustri esponenti del mondo artistico-culturale italiano e straniero tra cui gli scrittori Francesca Sanvitale (redattrice editoriale e giornalista, Cavaliere della Repubblica per meriti Culturali) e Frédérick Tristan (vincitore del Prix Goncourt 1983); gli studiosi Marie-France Tristan, Arnaldo Colasanti, Marzio Pieri e Stefania Nonvel. In Rocca sarà inaugurata, nell’occasione, la mostra dell’Atélier Mondino “Tutto torna”, con opere del grande maestro torinese Aldo Mondino, recentemente scomparso, e del suo atélier (Jessica R. Carroll, Carlo Pasini, Nicola Bocca). Il programma delle iniziative prevede:

 Il programma delle iniziative prevede:

 ·        Sabato 1 ottobre dalle 10.30 alle 13, Rocca Sanvitale, Sala Convegni

      Colloquio di studiLe metamorfosi del mito di Diana e Atteone in Arte, Letteratura e  Filosofia”. Il taglio specifico del convegno ha come sottotitolo “Favole di sapienza: un colloquio a cinque voci su mito, letteratura e filosofia da Platone al Novecento”. Partecipano: Marie-France Tristan (Université La Sorbonne - Paris IV), Arnaldo Colasanti (Università di Roma Tor Vergata), Marzio Pieri e Stefania Nonvel (Università di Parma). Coordina la dottoressa Alessandra Ruffino (Università di Torino). Ingresso libero. È necessaria la prenotazione dei posti fino ad esaurimento entro e non oltre sabato 24 settembre 2005: tel. 0521-823220, ufficio Turismo e Cultura Rocca Sanvitale., sig.ra Rosanna Rodolfi. 

Il colloquio a più voci risulta indicato in modo particolare per gli studenti delle scuole superiori e dell’università appassionati di affini percorsi culturali. Si propone di spiegare argomenti difficili e, talvolta poco noti, in modo non pedante e non schematico, ma accattivante e trasversale.

Si affronteranno, tra gli altri, i temi: la fondazione filosofica moderna del mito di Diana e Atteone in Giordano Bruno (morto nel 1600) e in Giovan Battista Marino (1569-1625); i rapporti tra mito e filosofia antica; il rilancio del mito nel Novecento, anche attraverso le arti figurative. Si tratterà come la favola cortese e umanistica di Diana e Atteone sia diventata nei secoli emblema esemplare dell’uomo sapiente, filosofo e saggio.

 ·        Sabato 1 ottobre dalle 18 alle 20, Rocca Sanvitale, Sala Convegni

            Un brillante intervento del romaziere Frédérick Tristan, “Diana e Atteone’ moderni: la ‘Mariée mise à nu’ di Marcel Duchamp”, sarà un accattivante invito a considerare il mito di Diana e Atteone da una prospettiva inedita. Frédérick Tristan, scrittore e iconologo di fama internazionale, ha pubblicato oltre 30 opere tra romanzi e saggi tradotti in tutte le lingue, fuorché l'italiano. L’appuntamento di Fontanellato rappresenta dunque per il pubblico un’occasione unica per scoprirlo in anteprima.

L’ ingresso all’incontro con l’autore è libero. Info: 0521-823220.

Al termine dell’incontro con l’Autore alle 20, in Rocca Sanvitale

            Degustazioni a lume di candela di prodotti tipici locali - primi piatti, salumi doc, Parmigiano Reggiano, dolci del territorio abbinati ai pregiati vini dei Colli parmensi - in una sorta di edizione speciale dell'iniziativa "Il Gusto della Cultura: il Mito è servito". Seguirà alla degustazione una visita guidata speciale alla Rocca Sanvitale e all’affresco del Parmigianino, nella Sala di Diana e Atteone.

L’ingresso (degustazione e visita guidata) è a pagamento con prenotazione obbligatoria : 20 euro biglietto intero; 18 euro comitive; 15 euro, ragazzi. Info e prenotazioni: tel. 0521-823220.

 L’incontro con Tristan (Sedan, 1931) è l’occasione speciale di conoscere un romanziere insignito nel 2000 del Grand Prix de Littérature de la Société des Gens de Lettres per la sua attività culturale complessiva. Il suo primo lavoro, Le Dieu des Mouches, fu pubblicato nel 1959 grazie all’interessamento di Albert Camus e Jean Paulhan. L’insieme della sua opera è attualmente in corso di ripubblicazione integrale presso l’editore parigino Fayard (Le singe égal du Ciel, La cendre et la Foudre, La Chevauchée du vent sono d'ispirazione cinese, la Geste serpentine d’ambientazione araba, Les Egarés et L'Aube du dernier jour d'ispirazione anglo-sassone, Naissance d'un Spectre, Bhalthasar Kober, etc...). Tra i suoi saggi ricordiamo: L’Oeil d’Hermès e Les Premières Images chrétiennes. Du symbole à l'icône: IIe-VIe siècle e il delizioso libretto dedicato a Venezia (Venise appunto), apparso nel 1982 nella collana “les Villes” di Champ Vallon.

Umorista sottile e raffinatissimo conoscitore d’arte, è stato professore d'iconologia paleocristiana all’Institut des Carrières Artistiques de Paris (1984-1995) e ha diretto l’importante rivista «Cahiers de l’Hermetisme», nella cui redazione figuravano i massimi studiosi europei del campo (Henry Corbin, Mircea Eliade, Elémire Zolla ecc.). Tra il 1968 e il 1988 Frédérick Tristan è stato incaricato di missioni in estremo Oriente (Laos, Vietnam, Cina etc..), missioni che ha svolto con il suo nome anagrafico Jean Paul Baron. Quest’ultimo particolare è anche l’indizio dell’amore di Tristan per i giochi di specchi, il paradosso, i rebus e le sciarade, amore che riflette la sua convinzione (ch’era poi già quella dei Kabbalisti antichi) del fatto che la verità si svela nascondendosi, e nel nascondersi rivela. È insomma un grande umanista contemporaneo. A noi resta da capire perché ancora nessuno in Italia abbia pubblicato le traduzioni delle sue opere.

 ·        Domenica 2 ottobre alle ore 11, Rocca Sanvitale, Sala delle Donne Equilibriste

            Vernissage della mostra “Tutto torna” dell'Atélier Mondino, a cura di Alessandra Ruffino, con opere di Aldo Mondino (Torino, 1938-2005) e di Jessica R. Carroll, Nicola Bocca, Carlo Pasini - esposte dal 1° al 30 ottobre nella Sala delle Donne Equilibriste in Rocca. Visitabile tutti i giorni a ingresso libero. Sarà disponibile un catalogo della mostra.

Info: 0521-823220, ufficio Turismo e Cultura.

 ·        Domenica 2 ottobre alle ore 17, Rocca Sanvitale, Sala Convegni

            La scrittrice e giornalista Francesca Sanvitale tratterà "Il mito di Fontanellato" partendo dai suoi romanzi - Camera Ottica, Madre e Figlia, Il cuore borghese. Spazierà nella sua biografia esistenziale e creativa che trova parecchie radici nel paese delle fonti, fontanili e risorgive e nel casato nobiliare Sanvitale che, appunto, le dà il cognome. Seguirà la visita all'affresco del Parmigianino accompagnati dalle suggestioni che la scrittrice avrà saputo donare al pubblico.

 I temi della sua narrativa convergono sempre sulla violenza dei sentimenti e la difficile storia delle relazioni umane. Sostiene che uno scrittore, e tanto più una scrittrice, deve usare tutti i mezzi tecnici a disposizione per intervenire e "fare cultura" non perdendo mai di vista un rapporto diretto con la realtà.

Nata a Milano nel 1928 da genitori emiliani (il padre discendente d’un ramo cadetto dell’antica famiglia feudataria di Fontanellato), ha vissuto a Firenze, dove s’è laureata in Letteratura Italiana. Dal 1961 vive a Roma.

Il primo romanzo, Il cuore borghese (Vallecchi), esce nel 1972 (Oscar Mondadori 1986)., e si impone alla critica come esempio di romanzo saggio (Premio Viareggio Opera Prima). Il successo di pubblico arriva con Madre e figlia (Einaudi 1980, Oscar Mondadori 1986 e Einaudi Tascabili 1994), storia di un legame familiare che diventa storia del costume italiano tra fascismo e dopoguerra (Premio Fregene, Premio Pozzale). Nel terzo romanzo L'uomo del parco (Mondadori 1984 e Oscar Mondadori 1987) affronta il tema della dissociazione mentale e del rapporto con la realtà.

Nel 1987, per Mondadori, esce il primo libro di racconti La realtà è un dono (Premio Lerici), e nel 1988 una raccolta di scritti nei quali si misura con la cronaca, gli avvenimenti civili e letterari dal titolo Mettendo a fuoco, editore Gremese.

Nella collana Einaudi Scrittori tradotti da scrittori pubblica nel 1989 la traduzione de Il diavolo in corpo di Radiguet; sempre da Einaudi, nel 1993, dopo quattro anni di ricerca e di lavoro, pubblica il romanzo Il figlio dell'Impero dedicato al figlio di Napoleone e al periodo dal 1814 e il 1832 in Francia e in Austria.

Tre favole dell'ansia e dell'ombra esce nel 1994 per Il Melangolo. Tre racconti in chiave psicoanalitica di cui uno tradotto prima del volume negli Stati Uniti.

Ha scritto su Stendhal, Simone de Beauvoir, Victor Hugo, la Mansfield, Edmund Wilson, Natalia Ginzburg, Lalla Romano, Gianna Manzini, Neera, Renzo Manzoni e la letteratura di viaggio, su Pasolini, Caproni, Francesco D'Assisi, Michelangelo, Tasso e altri. Ultimo, presso Laterza, un saggio come presentazione a "Waterloo", dai Miserabili di Victor Hugo.

Insieme a Enzo Siciliano, Raffaele La Capria e Furio Colombo è stata condirettore della rivista «Nuovi Argomenti» fino al 1993. È consigliere di redazione di «Micromega» (direttore P. Flores D'Arcais), membro dell'Associazione Fondo Pier Paolo Pasolini e del comitato scientifico, nonché del Fondo Alberto Moravia.

È stata redattore editoriale e giornalista. Ha collaborato a «L’Espresso» e al «Messaggero», attualmente scrive di problemi civili e di letteratura su «L’Unità». Per 26 anni in televisione si è occupata di spettacolo e programmi culturali e ha tenuto per diverso tempo un posto di dirigente. Suoi sono alcuni dei primi originali televisivi degli anni Sessanta tratti da documenti storici sulla rivoluzione francese e da racconti della letteratura italiana. Per tre anni consecutivi ha curato una rubrica culturale chiamata Settimo giorno.

È stata fatta cavaliere della Repubblica per meriti culturali.

 ·        Sabato 1 e domenica 2 ottobre, visite alla Saletta di Diana e Atteone affrescato dal Parmigianino accompagnati da guide (tel. 0521-823220 per prenotare) . Costo: 3 euro.

La Rocca Sanvitale custodisce dal 1524 l'affresco del Parmigianino nella Saletta di Diana e Atteone: valorizzare questo prestigioso gioiello della storia dell'arte italiana è per l'Amministrazione Comunale di Fontanellato una spinta e un impegno costante a connotare il castello come un attivo centro di promozione culturale e turistica a più livelli. Oggi come nei secoli trascorsi i temi, l’eredità e i luoghi del Parmigianino sono protagonisti. L'invito giunge, infatti, dal passato: dai nobili Sanvitale che, più volte, furono committenti colti e sensibili in ambito artistico, umanistico e sociale.

 COME SI ARRIVA A FONTANELLATO, PARMA IN AUTOMOBILE

 Dall’Autostrada del Sole – A1 Milano-Bologna-Roma-Napoli

- provenienti da Bologna uscita Parma Ovest in località Pontetaro, km 9

- provenienti da  Milano uscita Fidenza, per via Emilia – Sanguinaro- Fontanellato, km 9

 Dall’Autostrada della Cisa A 15 Parma - La Spezia

- uscita Parma Ovest in località Pontetaro km 9

 Da Parma città:

- SS n° 9 Via Emilia

- SP n° 588 per Fontanellato

 Da Mantova:

- SS n° 420 per Sabbioneta, SS 343 per Colorno, poi seguire l’indicazioni San Secondo –Fontanellato

 Da Cremona:

- SP n° 87 per Sospiro, SP 85 per San Daniele Po, poi seguire l’indicazione S. Secondo – Fontanellato

 Da Brescia:

-          provenienti da Brescia, dal Garda, percorrere la A21 con uscita Fiorenzuola, da lì raccordo con A1 uscita

Fidenza, per via Emilia – Sanguinaro- Fontanellato, km 9

 COME SI ARRIVA A FONTANELLATO, PARMA IN AEREO ?

 Aeroporto Giuseppe Verdi di Parma

Aeroporto Milano Linate a 130 km

Aeroporto Milano Malpensa a 180 km

Aeroporto G. Marconi di Bologna a 100 km

 Da Parma: taxi o autobus per Fontanellato.

 TRENI:

 Milano-Roma

Torino-Bologna

Genova-Bologna

Parma-La Spezia-Pisa-Livorno

 Fermate più vicine a Fontanellato: Parma e Fidenza. Da Parma e Fidenza: taxi o autobus. 

COSA OFFRE FONTANELLATO PER SEGUIRE IL WEEK END "SPECCHIO D'ARTE 2005" ? 

-      POSSIBILITA di AMPI PARCHEGGI per CAMPER, PARCHEGGI AUTOMOBILI.

 

-          DISPONIBILITA’ DI BED & BREAKFAST e ALBERGHI, RISTORANTI DI CUCINA TIPICA LOCALE, CASEIFICI, SALUMIFICI e BOTTEGHE DI ENOGASTRONOMIA DOC DOVE ACQUISTARE I PRODOTTI DEL TERRITORIO, in primis Culaccia di Fontanellato e Parmigiano Reggiano.

 -          POSSIBILITA’ di VISITARE LA ROCCA SANVITALE con L’AFFRESCO DEL PARMIGIANINO nella

SALETTA di DIANA e ATTEONE, LA CAMERA OTTICA, IL MUSEO DEL CASTELLO con LE SALE

ARREDATE dell’APPARTAMENTO NOBILIARE.

 -          POSSIBILITA’ di CONOSCERE IL CENTRO VISITATORI MULTIMEDIALE DELLA TAV con i REPERTI

        ARCHEOLOGICI di una VILLA ROMANA IMPERALE,

 -          FONTANELLATO OSPITA IL SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DEL ROSARIO meta di numerosi

pellegrinaggi, L’ORATORIO DI SAN GAETANO con le sagrestie lignee, il suggestivo CENTRO STORICO DELLA CORTE DI PIANURA DELLA BASSA PARMENSE

-          POSSIBILITA’ di PRENOTARE il LABORATORIO di AFFRESCO IN ROCCA SANVITALE

INFORMAZIONI:
 UFFICIO TURISMO E CULTURA, ROCCA SANVITALE: tel.0521-823220.


 

Portale d'informazione e cultura Parmense 
http://www.NelParmense.it

Copyright © 2000-2017
NelParmense 
Tutti i diritti riservati.
Avvertenze legali Cookies & Privacy